Skin ADV

Salernitana, Gregucci passa all’attacco

22 Dicembre 2018 0
Salernitana, Gregucci passa all’attacco

Prima di tutto l’orgoglio. Quarantott’ore sono un soffio per pretendere di vedere – a dirla con il linguaggio stereotipato del calcio – “la mano dell’allenatore”. Però possono esser abbastanza per scuotere una squadra, trasmettere carica, stuzzicarne la grinta. Angelo Gregucci ci prova. E nel frattempo dà, già nel giorno del suo debutto nel ritiro di San Gregorio Magno, l’impressione di volere una Salernitana d’attacco. In soffitta la difesa a cinque (tale va considerata nel 3-5-2 quando gli esterni si abbassano), i due undici che s’affrontano nella prima partitella a tutto campo della “nuova era” vanno di 4-3-3. Ed è l’indizio più importante, perché nessuna delle due formazioni sembra quella che affronterà il Foggia domani all’Arechi. Verrà fuori da un mix: qualcuno in tuta granata, altri con il fratino giallo, però con la certezza che il nuovo corso, almeno nelle intenzioni, vuole cominciare nel segno dell’aggressività. E così spunta il tridente, mai provato in questa stagione.

A non volersi appassionare troppo ai “numeri”, che sono il paradigma dei sistemi di gioco, l’assetto è comunque modellabile. Da una parte, infatti, ci sono Rosina, Djuric e Bellomo. Dall’altra Orlando, Bocalon e Jallow. Insomma, passare dai tre davanti al trequartista a sostegno d’una coppia, come fatto spesso nella gestione Colantuono, è quasi un dettaglio, una sfumatura. (LaCittà)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento! »