Skin ADV

Operazioni bancarie, in aumento le “sospette” nel Salernitano

22 Dicembre 2018 0
Operazioni bancarie, in aumento le “sospette” nel Salernitano

SALERNO – Aumentano le Sos, le segnalazioni per operazioni sospette a Salerno e provincia. Si tratta di tutte quelle operazioni bancarie, economiche o finanziarie che non corrispondono al profilo del contribuente. In pratica, come fa una persona che ha un determinato reddito ad eseguire versamenti o prelievi ingenti? Perché utilizza sempre denaro liquido per i pagamenti? Come riesce ad effettuare determinati investimenti? Queste alcune delle domande che poi causano dubbi che attivano un allert. Segnalazioni che spesso arrivano dall’Uif, l’Unità di informazione finanziaria per l’Italia, dal sistema bancario e meno, molto meno, da promotori finanziari e commercialisti. Avvisi che giungono alla guardia di finanza che attiva una verifica. Sui risultati di questo sistema si è soffermato il generale Danilo Petruccelli , comandante provinciale della Guardia di Finanza di Salerno, durante il tradizionale scambio di auguri natalizi, svoltosi ieri mattina. Quest’anno, le Sos sono state 334 rispetto ai 314 dello scorso anno ma i finanzieri nel 2018 hanno concluso gli accertamenti per 348 casi (una parte anche dell’anno precedente) contro i 216 approfondimenti del 2017. In corso di lavorazione ci sono altre 451 segnalazioni. L’Agro nocerino e Salerno sono le aree dove arrivano il maggior numero di allert.(LaCittà)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento! »