Skin ADV

Giuseppe De Rosa, primo italiano a terminare il Roadsign Continental Challenge

2 Giugno 2019 0
Giuseppe De Rosa, primo italiano a terminare il Roadsign Continental Challenge

Impresa sportiva di Giuseppe De Rosa, primo italiano a terminare il Roadsign Continental Challenge, il campionato mondiale di ultra maratone in autosufficienza. L’atleta, 42 anni, originario di Sala Consilina (Salerno) è riuscito a portare a termine le 5 gare del mondiale organizzate in 5 diversi continenti nell’arco di tre anni. Giuseppe De Rosa iscrive così il proprio nome nel palmares del Roadsign Continental Challenge. Nelle diciotto edizioni della competizione soltanto 4 atleti sono riusciti a concludere il mondiale. Si tratta di: Pedro Vera (venezuelano), Juan Riccardo (argentino), Gurkan Acikgoz (turco) e di Ita Marzotto (unica donna italiana). “Non posso che essere orgoglioso di essere il primo italiano ad ottenere questo record. Non sono, però, appagato: il mio obiettivo è quello di vincere il mondiale”. L’ultra maratoneta salernitano tenterà di vincere il mondiale (attualmente occupa la seconda posizione nella classifica generale) Roadsign Continental Challenge partecipando alla tappa africana in Mozambico prevista dal 10 al 14 novembre prossimi. Giuseppe De Rosa, atleta non professionista, ha preso parte, sinora, in tutto il mondo ad 86 maratone e ben 23 ultra maratone, gareggiando, tra l’altro, in India, in sud Africa, in Vietnam, in Bolivia, in Australia ed in Europa. Le ultra maratone del Roadsign Continental Challenge si caratterizzano per essere competizioni che si corrono in self-supported, ovvero in autosufficienza. Gli atleti, privi di telefoni cellulari, sono dotati soltanto di una bussola e di uno zaino con un kit di sopravvivenza. Gareggiano dal mattino presto sino al tramonto riposandosi di notte in sacchi a pelo in tende allestite presso campi base lungo il percorso di gara.l

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento! »